Qualità della Vita e Sostenibilità: Il CED al Convegno AIQUAV17

Dal 30 novembre al 2 dicembre 2017 a Firenze ha avuto luogo il IV Convegno AIQUAV “Qualità della Vita e Sostenibilità”. È stata anche la prima edizione alla quale il CED – Center for Economic Development & Social Change ha preso parte, presentando 4 contributi di ricerca e proponendo un’intera sessione. Il Direttore Andrea Gatto e i membri del CED Carlo Drago, Carlos Ernesto Herman Rodriguez, Elkhan Richard Sadik-Zada e Mattia Ferrari hanno proposto contributi di ricerca in ambiti differenti, tutti legati a temi basati sul nesso tra qualità della vita e sostenibilità. I lavori presentati dal CED hanno affrontato i temi dell’economia circolare e della resilienza energetica, costituzionalismo latinoamericano e buen vivir all’analisi dei big data per i flussi turistici. I seguenti lavori sono stati presentati: “Measuring and Modeling Energy Resilience”; “le Costituzioni del Living-well e la Tutela Internazionale delle Diversità Culturali”; “Forecasting Tourism Attraction Using Social Big Data”; “Is Waste-to-energy an Effective Strategy to Increase the Resource Efficiency of the Economy? A Panel Data Approach to Circular Economy Across Europe”.

Il convegno è stato diretto con successo dal Presidente di AIQUAV Filomena Maggino. Tutti i contributi di ricerca sono stati caratterizzati dalla loro multidisciplinarità: dall’economia all’ambiente, all’economia del lavoro; dai temi di capability e legalità, fino ai temi di cibo e salute, attraverso approcci soprattutto economici, econometrici, statistici, giuridici, psicologici, ambientali, sociologici.

In particolare, attraverso lo sviluppo di indicatori compositi, molti contributi di ricerca hanno mostrato un filo conduttore con il Progetto BES – Benessere Equo e Sostenibile dell’ISTAT. Il BES è stato ufficialmente introdotto nella recente politica economica nazionale con l’obiettivo di superare il PIL come indice singola misura di benessere di un paese.

 

Tra gli interventi degli ospiti, da segnalare quelli di Gaetano Borrelli (ENEA) e di Gianfranco Bologna (WWF). Borrelli ha discusso in maniera appassionata della transazione energetica in una visione sociologica, filosofica ed antropologica. Bologna ha discusso degli UN Sustainable Development Goals, in linea con il rapporto ASviS presentato lo scorso 28 settembre presso la Camera dei Deputati. Per concludere, particolarmente successo hanno avuto i laboratori “Salute e Benessere”, con esperienze pratiche e coinvolgenti.

L’esperienza rappresenta un piccolo ma significativo passo per il CED – Center for Economic Development & Social Change, con l’intenzione di continuare la sua crescita attraverso un incremento della proposta di attività di ricerca indipendente e delle attività di formazione.

Mattia Ferrari

About Mattia Ferrari

Laureato Magistrale in Politiche Economiche presso la Ruhr University di Bochum. Precedentemente ha ottenuto una Laurea Triennale in Economia Europea presso l’Università degli Studi di Milano. Ha collaborato presso il Willy Brandt Center for European and German Studies di Breslavia. I suoi temi di interesse riguardano la politica energetica, l’economia delle infrastrutture e dei servizi pubblici, sviluppo economico e ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *