L’Osservatorio SvEc dell’IIF per il Progetto Microcredito al Rione Sanità

Andrea Gatto

Andrea Gatto

Visiting Researcher presso la California Polytechnic State University (CalPoly). Dottorando di Ricerca in Economia, Statistica & Sostenibilità presso l'Università di Napoli "Parthenope"
Andrea Gatto

rione_sanita

Lo scorso 9 settembre, presso la sede di Napoli di Mani Tese, è stata siglata l’intesa per l’ingresso dell’Osservatorio sui Nuovi paradigmi dello sviluppo economico – SvEc dell’Italian Institute for the Future nel comitato tecnico del progetto “Microcredito al Rione Sanità”.

 

Il progetto si pone l’obiettivo di erogare prestiti a tassi agevolati per le micro-imprese e le piccole attività artigianali e commerciali del Rione Sanità, quartiere multiproblematico di Napoli, con l’obiettivo di farle emergere dal sommerso.

 

Lo strumento del microcredito si pone, quindi, come concreta possibilità per chi voglia aprire o mantenere aperta una piccola attività nella zona, ponendosi come alternativa al frequente ricorso all’usura o a finanziamenti soggetti a tassi d’interesse che difficilmente consentono la solvibilità finanziaria da parte dei debitori.

Il contributo dello SvEc va ad aggiungersi a quello dell’ONG Mani Tese e alla rete di comitati fondatori composta da Banca Etica (partner finanziario), Rete Lilliput, Associazione Marco Mascagna e Rete Rione Sanità. Il microcredito, in quanto strumento di microfinanza individuato come volàno dello sviluppo economico, è oggetto di studi, eventi e pratiche di formazione da parte dell’Osservatorio sullo Sviluppo Economico – SvEc dell’IIF.

Nel corso dell’assemblea, lo SvEc ha definito l’accordo con la Rete per presentare semestralmente uno stagista con formazione e interessi orientati ai temi del microcredito e del terzo settore, disponibile a lavorare sul campo presso lo sportello del Progetto all’interno del Rione Sanità e presso le sedi di Banca Etica e Mani Tese. A scadenza dell’anno lavorativo, gli stagisti coinvolti nel Progetto saranno chiamati a raccogliere le loro esperienze e confrontarle con quelle dei volontari delle Reti, al fine di portare la loro testimonianza lavorativa e discutere della buona pratica del Progetto nel corso di eventi divulgativi e di una pubblicazione dedicata.

 

Andrea Gatto

About Andrea Gatto

Presidente del Center for Economic Development & Social Change ed editor-in-chief della Rivista "Sviluppo, Sostenibilità, Innovazione Sociale". È Visiting Researcher presso la California Polytechnic State University (CalPoly), nonché Dottorando di Ricerca in Economia, Statistica e Sostenibilità all’Università di Napoli “Parthenope”. Consulente economico e aziendale, ha lavorato, tra i vari, per Commissione europea-DG Occupazione, Universidade Federal de Santa Catarina in Brasile, Ministero Italiano della Ricerca, Università di Napoli “Federico II” e National Science Council di Taiwan. I suoi attuali interessi di ricerca analizzano il nesso tra sviluppo e sostenibilità, in particolare la politica e la regolamentazione energetica ed agraria. Questo include la vulnerabilità e la resilienza, l'agenda dello sviluppo e gli SDGs (Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'ONU), e la microfinanza, esaminati in un'ottica storica di lungo termine, di analisi del ciclo economico e degli indicatori compositi. Laureato Magistrale Summa cum Laude in Economia e Commercio e in Economia e Diritto, ha un Postgraduate Master in Development Economics e uno in Studi e Politiche Europee. È stato borsista, per ricerca e studio, presso la National Taiwan University, l’Institute for Development Studies della National Cheng-chi University, l’Université de Montpellier, l’Università di Roma “Tor Vergata”, l’Università di Napoli “Federico II” e l’Università di Bari “Aldo Moro”. Ha lavorato in 9 paesi, lingue di lavoro: italiano, inglese, francese, portoghese e spagnolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *